Con la preghiera di massima diffusione.

*****


*Società delle tecnologie esponenziali e General Data Protection
Regulation: profili critici nella protezione dei dati*

*Horisma*, collana a vocazione multidisciplinare, edita dal 2014 da
Ledizioni, intende dedicare una pubblicazione all'analisi critica del nuovo
Regolamento UE 2016/679.

La raccolta e la circolazione di dati personali, attraverso la rete,
incidono sulla nostra libertà, sull'economia e sull'organizzazione sociale,
ma in che misura?

Quali sono i rischi derivanti dall'utilizzo di queste nuove tecnologie?

Quali limiti il legislatore europeo può porre per disciplinare un settore
che ha applicazione globale?

Questi sono solo alcuni degli interrogativi che hanno portato l’Unione
Europea e molti studiosi ad interessarsi a questa materia e dai quali
Horisma vuole partire per la creazione di un nuovo volume.

Il Parlamento Europeo, in data 4 maggio 2016, infatti, ha pubblicato, sulla
Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, il nuovo Regolamento concernente *“la
tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali
e la libera circolazione di tali dati”*, volto a disciplinare il
trattamento dei dati personali sia nel settore pubblico, sia nel settore
privato e destinato ad abrogare la Direttiva 95/46/CE.

La caratteristica del Regolamento è l’immediata* esecutività,* non
richiedendo questo la necessità di recepimento da parte degli Stati membri;
a partire *dal 25 maggio 2018, una sola identica disciplina regolerà, in
modo tendenzialmente uniforme in tutta l’Unione, il trattamento di dati
personali dei cittadini europei.*

*Un Regolamento relativo ad una materia così delicata, che intreccia
profili di diritto con profili squisitamente tecnologici e sociologici,
pone già da ora una serie di interrogativi e di dubbi sia sulla relativa
applicazione, *sia sulle conseguenze che una normativa comune comporti nel
mercato europeo, con un approccio paneuropeo e multidisciplinare.

*Autorevole dottrina ha già sollevato perplessità con riferimento ad alcune
novità previste nel Regolamento, ivi inclusi processi di pseudonimizzazione
e di PIA, nonché in merito all'applicabilità sostanziale del Regolamento in
Paesi extra UE ed alle nuove modalità di definizione dei perimetri di
rischio.*

*Problematiche giuridiche si fondono così con quelle tecnologiche, delle
neuroscienze e delle scienze sociali.*

L’obiettivo di questa call, quindi, è quello di analizzare i profili
critici del nuovo Regolamento, sia in relazione ai contenuti della nuova
disciplina, sia con riguardo ai risvolti che tale nuova disciplina comune
abbia sui soggetti coinvolti, in riferimento a problematiche sociologiche,
antropologiche, filosofiche e psicologiche, ma anche per quanto concerne i
rischi connessi, da un punto di vista tecnico e sociale.

Horisma intende costruire il volume, favorendo i contributi che analizzino
il Regolamento non solo da un punto di vista giuridico, ma anzi attraverso
un’indagine che ponga in luce tutte le criticità connesse in un’ottica
multidisciplinare.

Saranno accettati contributi in italiano e in inglese; potranno essere
valutati anche contributi in una delle altre lingue dell’Unione.

Saranno privilegiati i contributi di giovani studiosi - siano essi
dottorandi e ricercatori - che adottino una prospettiva di tipo
multidisciplinare.

Saranno valutati altresì positivamente contributi di più autori, anche
operanti in differenti campi.

Chi fosse interessato a pubblicare un *contributo* *inedito* su queste
tematiche è pregato di inviare un *abstract* della lunghezza massima di
1500 parole e un *paper* della lunghezza massima di 35000 battute (comprese
di note, spazi e bibliografie) unitamente al proprio *curriculum vitae et
studiorum*.

Dopo aver ricevuto l’abstract, *Horisma* selezionerà le migliori proposte e
contatterà i relativi autori, ai quali richiederà di redigere gli articoli
richiesti. Dopo aver ricevuto gli articoli, nei tempi proposti, *Horisma*
valuterà i migliori, inserendoli nel volume che sarà successivamente
pubblicato.

*Horisma* si riserva il diritto di non pubblicare i contributi ricevuti, a
suo insindacabile giudizio.

Abstract: *Società delle tecnologie esponenziali e General Data Protection
Regulation: profili critici nella protezione dei dati*

Curatore: Simone Bonavita

Abstract: 30 settembre 2017

Selezione: 30 ottobre 2017

Consegna: 31 dicembre  2017
Email di riferimento: callprivacy2...@horisma.com

***

*Exponential technologies society and General Data Protection Regulation:
critical iusses in data protection*

Horisma, a multidisciplinary series that has been issued by Ledizioni
since 2014, decided to dedicate a publication about controversial
aspects of the new UE Regulation 2016/679.

The collection and exchange of personal data throughout the web
impact on our freedom, the economy and the society. But to
what extent does it can happen? What are the risks of using these new
technologies? What limits the European legislator can enforce to
regulate activities that go beyond EU borders?

These are just some of the questions that related with the
foreamentioned regulation and, on these basis, Horisma decided to issue
a new publication.

On May 4th 2016, the European Parliament published on the Official
Journal of the EU the new Regulation about “the protection of natural
persons with regard to the processing of personal data and on the free
movement of such data”, aimed to regulate the processing of personal
data in the public sector and in the private one, in the view of
abrogating the Directive 95/46/EC.

The Regulation as a legal tool is self-executing, meaning that it
doesn’t request to be transposed by the member States. Thus, starting
from May 25th 2018, only one framework will regulate the processing of
the personal data of European citizens.

A Regulation about such a sensitive topic, which mix law with
technological and sociological points of view, raise questions not only
about the difficulties on the application, but also about the
consequences of this legislation in the European market.

Some scholars have cast some doubts about the changing of the Regulation
in respect to the Directive 95/46, for example the idea of
"pseudonymisation" and the PIA practices, the enforceability of the
Regulation in countries outside EU and the new procedure for defining a
personalized level of risk related with data processing.

A comprehensive approach to the just mentioned problems must include
different fields like technology, neuroscience and social science.

The purpose of this call is to analyze the criticalities of the new
Regulation, with reference to sociological, anthropological,
philosophical and psychological point of view, but also to the related
risks, from a technical and social point of view.

Horisma wants to organize the volume, promoting the papers that
analyze the Regulation through a multidisciplinary lens.

Papers will be accepted in Italian and English.

Young researchers’ papers with a multidisciplinary approach will be
privileged.

Horisma will positively evaluate papers from different authors,
working in different fields.

Anyone interested in submitting an unpublished paper on these topics
is invited to send an abstract of maximum 1500 words and a paper of
maximum of 35000 characters (including notes, spaces and
bibliography) along with a CV.

Horisma will evaluate the different abstracts and will get in touch with
the selected authors for the delivery of the full paper.

Horisma reserves the right not to publish all the papers received,
according to its own unquestionable judgment.

*Abstract: by September 30, 2017*

Selection: by October 30, 2017

Delivery of the paper: by December 31, 2017

*callprivacy2...@horisma.com <callprivacy2...@horisma.com>*

Rispondere a