Il 11/10/2016 09:16, Giuseppe Profiti ha scritto:


Per OSM invece, siamo stati fortunati a trovare qualcuno per il Linux
Day, ma come scrivi anche tu arrivano richieste e non si sa chi
potrebbe essere disponibile ad andare.
Considerando che la percentuale di "evangelisti" è sempre molto basse
rispetto alla base di utenti, mi chiedo quanti siano i mappatori in
zona. Se sono pochi, magari aumentando potrebbe saltare fuori qualcun
altro.



Il 11 ottobre 2016 01:04, Luca Delucchi <lucadel...@gmail.com> ha scritto:

....
guarda io è da anni che predico ciò, gli eventi in cui diffondiamo OSM
sono troppo pochi, abbiamo un gruppo di persone molto attive a mappare
ma poche a diffondere il verbo, basta pensare alla bassa affluenza di
mappers ad OSMit.

Lo stesso per quanto riguarda i mapping party, sono sempre pochi ad
organizzare eventi.



Ciao,
essendo tra coloro che partecipano/organizzano mapping party dal 2008, e occupandomi anche di questo in Wikimedia Italia, è un argomento che mi sta molto a cuore.

In questi mesi ho partecipato a diversi eventi e mapping party. Possiamo anche valutare che siano pochi; io vorrei organizzarne di più ma averne di più non porta automaticamente ad avere più utenti attivi in quella zona. Il gradino d'ingresso più alto per la partecipazione mi pare sia l'editing: ok quando spieghi il progetto e tutte le sue attuali declinazioni, abbastanza bene durante il mapping party, i problemi li vedi durante la fase di editing. In una giornata scarsa riuscire a trasferire concetti teorici e informazioni pratiche (nonostante cerchi di far installare preventivamente le App per la mappatura risparmiando così un pò di tempo) purtroppo non è sufficiente e la percentuale di chi non rinuncia subito è molto bassa. Organizzare un mp secondo me ha senso solo se sul posto c'è un minimo di comunità che rilancia con un secondo appuntamento, da tenersi entro una quindicina di giorni, per fare editing e rispondere ai dubbi o alle nuove domande su possibili applicazioni di OSM.

Durante l'ultimo w.e. a Cagliari abbiamo avuto un'ottima risposta da parte di responsabili dei musei e di UNICA e la presenza al mp di una trentina di studenti. In questa occasione gli amici di Sardinia open data hanno dato la loro disponibilità a supportare gli studenti. Non sempre però troviamo un gruppo locale.

Nella tre giorni di ArcheoFOSS ho avuto modo di parlare anche con amministratori locali desiderosi di poter interagire in qualche modo con OSM. Senza un presidio sul territorio è però difficile riuscire a dare corso a richieste di approfondimento o di collaborazione. E' pertanto importante avere delle figure locali alle quali fare riferimento, non possono però predicare nel deserto.

Se ci sono gruppi locali che desiderano organizzare giornate che prevedano anche una sessione in sala oltre che al mp e che facciano seguito all'evento con uno o due appuntamenti a breve distanza, Wikimedia Italia è felice di poterli supportare sia con la presenza di alcuni di noi che con la promozione dell'evento su diversi canali. Dall'inizio del 2017 potremo contribuire anche al rimborso delle spese.

Rilancio perciò la richiesta di candidature (non serve inviare il curriculum) di persone che vogliano aiutare nel coordinamento delle attività e della comunità locale. Mi piacerebbe anche veder fiorire qualche gruppo in Calabria, Sicilia, Campania e quelle altre che normalmente non sentiamo nominare spesso in mailing list.

Alessandro Ale_Zena_IT

_______________________________________________
Talk-it mailing list
Talk-it@openstreetmap.org
https://lists.openstreetmap.org/listinfo/talk-it

Rispondere a