credo che sia errato promuovere mezzi di anonimizzazione. anzi ritengo
giusto il comportamento opposto, la relazione tra ip e macchine é pubblico
(anche x tribunali, polizia). Quindi risalire a chi sei é una bazzecola per
la polizia postale. Certo é che se uno vuole anonimizzare il proprio
traffico. le vpn e le reti x anoninizzare sono buone. ma da vecchio
sistemista confido nella tecnologia che le persone. E molto piú facile
usare le persone per farsi dire le pass che andare a crakkarle.  idem vpn é
molto piú facile creare una vpn free. ma secondo me non vi dovete nenche
preoccupare di creare una vpn. oggi come oggi terroristi usano telegram per
fare quello che vigliono.
Il giorno 16/set/2016 02:37, "Stefano De Carlo" <stefana...@gmail.com> ha
scritto:
>
> Il 15/09/2016 18:07, Saverio Proto ha scritto:
> >
> > ma usare:
> > https://www.relakks.com/
> >
> > gia lo usavamo al Fusolab anni fa
> >
> > Saverio
> >
>
> puoi riassumere perché usare proprio questa (o comunque, perché fu
scelta) rispetto ad altri provider VPN?
> ho letto ma non sono riuscito a trovare nessun motivo ovvio.
>
> Stefanauss
>
>
> _______________________________________________
> Wireless mailing list
> Wireless@ml.ninux.org
> http://ml.ninux.org/mailman/listinfo/wireless
>

_______________________________________________
Wireless mailing list
Wireless@ml.ninux.org
http://ml.ninux.org/mailman/listinfo/wireless

Rispondere a