On 11 aprile 2014 05:32:41 CEST, Leandro Noferini <lnofe...@cybervalley.org> 
wrote:
>Ciao a tutti,

Ciao
>
>chiacchierando alla riunione di Ninux qui a Firenze si prospettava
>l'ipotesi di proporre al servizio di protezione civile
>dell'amministrazione cittadina una collaborazione per la gestione di
>uno
>o più nodi che possano essere sfruttati in caso di calamità.

Che tipo di calamità? 

>
>Per la situazione topografica della città di Firenze un nodo
>eventualmente anche energicamente autosufficiente (tipo con un gruppo
>elettrogeno) in effetti potrebbe illuminare la città ma queste sono
>nostre illazioni.
>
>In generale una collaborazione del genere è fattibile? È mai stata
>tentata?
Io andai a parlare di mesh, prima di conoscere ed entrare in Ninux, all'ufficio 
Prot. Civ. da me in provincia mentre facevo volontariato. Ne uscii sentendomi 
un alieno. Forse tu avrai più fortuna
>
>Pensate possa essere una strada interessante?
Si, ma non a livello istituzionale. Magari parlane ad associazioni di 
volontariato. O all'ARI, loro per legge sono deputati alle comunicazioni di 
emergenza.

Il problema è capire nel 2014 cosa significa comunicazione di emergenza. 
Entrano in gioco diversi fattori .. Ma il discorso sarebbe lungo, ma 
interessante, da fare qui. Se vuoi ne scriviamo in privato o creiamo una ml 
apposita per EmergencyNinux e riuniamo tutti quelli interessati a scopi del 
genere :)

Io a Reggio sto lavocchiando per la creazione di nodi autosuff. dentro i 
palazzi sui 2.4 per usare ServalMesh in caso di emergenza


Ciao
BornAgain

-- Inviato dal mio cellulare con Kaiten Mail.
_______________________________________________
Wireless mailing list
Wireless@ml.ninux.org
http://ml.ninux.org/mailman/listinfo/wireless

Rispondere a