Il 26 dicembre 2015 18:24, Ilario Gelmetti <iocheson...@gmail.com> ha scritto:
> Ciao!
> Altra domanda sul routing a terra: perché creiamo una seconda vlan per
> il management sulle antenne invece di usare direttamente il bridge
> appena creato per il traffico dati?

Quel bridge è tra l'interfaccia wireless e la Vlan che non viene
gestita con un ip a layer 3 sulla CPE, questo l'ha il router.
L'ip che prende l'antenna è quello che attraverso la vlan di
management viene linkato logicamente nella lan del router.

Ilario non sono un buon maestro e il 99% delle volte interpreto male
la domanda e vado diritto, vediamo se ci sono esempi altrimenti tieni
a mente che la radio e la vlan che vengono configurate sulla CPE
servono solo a far funzionare la trasmissione logica di una
interfaccia che è fisicamente sul router. Quella di management è
l'unica possibilità di interfacciare la CPE con un ip funzionante e
ritrovartela nella LAN annunciata da olsrd.

Si il groundrouting è un pò un eterno ritorno in se stesso ma funziona.
torno appena adesso da un supernodo che sta crescendo anno dopo anno
(brodolini), abbiamo sistemato un altro router che ha solo VLAN
unmanaged. Insomma, si evita di piazzare anche un ip in mezzo (di
fatto unmanaged = senza ip) per evitare arp proxy e altre brutture MA
alla fine ho un nodo sulla testa (capizzanux) che è in bridge (rimasto
legacy ormai da 3 anni) e funziona bene.
_______________________________________________
Wireless mailing list
Wireless@ml.ninux.org
http://ml.ninux.org/mailman/listinfo/wireless

Rispondere a