Il 03/07/2015 18:13, Nemesis ha scritto:
>
> Il morale della favola e che volenti o nolenti, prima o poi laddove sotto al 
> nodo manca un ninuxer attivo che crede nel progetto il nodo morirà e verrà 
> smantellato.
>

Questo è un dato di fatto. Ma anche qua si può fare molto resistendo alle 
tentazioni delle logistiche perfette ospitate da soggetti *completamente* 
passivi dal punto di vista del progetto. Penso che la definizione di "ninuxer 
attivo" sia soggettiva e molto prona al contesto, ma il principio è corretto.

> Personalmente credo che l'unica cosa saggia da fare sia cominciare a mettere 
> in guardia sui pericoli dei supernodi (non che non lo sapessimo, solo che 
> quando non hai la rete sei disposto a ignorare questi avvertimenti pur di 
> costruire l'infrastruttura, il problema è che poi un domani questa scelta si 
> potrebbe rivelare un boomerang).
>
> Per questo credo che sarebbe meglio (ri)cominciare a fare un pò di 
> informazione e consigliare a tutti di evitare il più possibile di avere 
> supernodi con più di 3 collegamenti. Quando si presenta la necessità del 
> quarto collegamento dovremmo cominciare a cercare attivamente altri nodi di 
> persone attive vicino a noi che possano ospitare altri collegamenti al fine 
> di evitare un accentramento eccessivo con la conseguenza della formazione di 
> punti deboli.
>

Credo che gran parte della soluzione al problema dei "grandi supernodi", sono i 
"piccoli supernodi". C'è bisogno di persone che capiscano che la principale 
realizzazione concreta dell'adesione ai principi delle reti comunitarie siano 
la comprensione della necessità di dare&avere e la volontà di supernodarsi, 
tutti, anche un po'. Ovvero: sempre meno nodi foglia in futuro.

Comunque l'hai detto, il problema non è il grande supernodo di per sè, ma il 
compiacimento che subentra naturale quando il problema non lo si sente perché 
tutto funziona, e non lavorare nel mentre (comunicazione, montaggi, 
configurazioni, tutto) per alleggerire scenari futuri che sono solo ad uno 
spegnimento di distanza. È quello che più di tutto va evitato.

Probabilmente l'unico modo di procedere è che l'allontanamento di questo 
autocompiacimento deve partire dai ninuxer più attivi, dai consigli che danno, 
dalle azioni che intraprendono. E deve essere più evidente nella comunicazione 
asincrona che facciamo (wiki, blog, doc, ecc).

Stefanauss.

Attachment: signature.asc
Description: OpenPGP digital signature

_______________________________________________
Wireless mailing list
Wireless@ml.ninux.org
http://ml.ninux.org/mailman/listinfo/wireless

Rispondere a